Leggi e scarica i lombrosi

Sei sul blog de L'ombroso, quattro fogli di satira gratuiti (o di satira gratuita?) partoriti con dolore suppergiù ogni due mesi e abbandonati in giro per Verona. Vuoi inviarci un contributo scritto, illustrato o fotografato? Vuoi ricevere nel tuo bar e/o luogo di culto preferito il prossimo numero? Vuoi darci soldi, fama e potere? Diccelo su lombroso CHIOCCIOLA insiberia PUNTO net


Internazionale Lombrosiana a_peru_01.jpg Hai da segnalarci lettori de L’ombroso nei luoghi esotici delle tue villeggiature, nelle tristi periferie dei tuoi viaggi d’affari, quando ti sposti per organizzare complotti? Spedisci le foto a lombroso CHIOCCIOLA insiberia PUNTO net e frequenta il blog, le pubblicheremo.

La Vignetta del Signore vignetta n.12.jpgLe vignette del tempo che fu
The Dark Side of Romeo
Le KKKartoline
La nostra città regala squarci memorabili, densi di emozioni, carichi di romanticismo. Non si può rimanere indifferenti a cotanta bellezza che ci circonda e che ci pervade. Tanti nel mondo ce la invidiano,noi ce la teniamo stretta, chiusa, murata la nostra bella città. (in fase di aggiornamento)


Site search

Pagine

 

Articoli Recenti

 

Commenti Recenti

 

Categorie

 

Archivio

 

Download Vari

 

Meta

Archive for 'corona'

Tremate, tremate, le freaks son tornate

Il fan cetnico di Flavio e il federale di facebook

All’armi, all’armi! All’armi siam fascisti del terzo millennio due punto zero stato autarchia nazione italia però amici dei leghisti! Nemmeno il tempo di brindare alla notizia che il monarca del Vaticano si detronizza da solo (lavoro usurante fare il vicario di cristo in terra, oggidì) che a Veronda, sarà la primavera in anticipo, come ogni […]

Prendete e leggetene tutti

Il Gesù disegnato da Stefano Antonucci e scritto da Daniele Fabbri è un credibilissimo figlio di Dio. È abbastanza consapevole e scoglionato. Afflitto dalle domestiche tensioni con la moglie Patrick, teledipendente, è richiamato in missione da un esigente padre che lo rispedisce sulla terra a salvare le sorti della celeste azienda. Il Cristo non si […]

Una città formato teletubbies

La storia è ciclica, rammenterete. Così ad un certo punto le cose tornano al loro posto e non c’è più bisogno di immaginare i nefasti futuri meazziani: Bepona è sempre Veronda, la città dell’ammore. Succede di tutto nelle prossime settimane nella nostra amata città, come sempre quando si avvicina il 25 aprile. Festa di San […]

Altro che veronesi tuti mati!

"Altro che veronesi tuti mati! gh’è un paese sui monti qua in Lesinia dove se dise iàa pasà la linia, dove gh’è forsi pì semi che rati! Pensa, chei bacanoti patentati na olta par cavarghe la graminia dal campanil ià fato na gnominia picandoghe na vaca, a conti fati!

Schiaffi al disgusto ricorrente

Cacciatorpedoni! Roboanti areopagi! Giarnicotonblù! sss-brof-fe-ddi-ppearà! Fra cento anni nacque il futurismo! Camerieri, Fiume è Traghetta-Ta-Ta-Tabile! cccc-che-Tà-Tà-ca-gà! Buttatevi di faccia dal vapore Modernità! Il L’ombroso, foriero di prodi scintille divulgatrici, plaude e fiero saluta i valorosi e impavidi futuristi che addì 9 febbraio 2009, dalla maestosa Torre che sovrasta il salotto degli Spritz, cercarono di scuotere […]

El pranso sti leghisti e sti prelati…

El pranso sti leghisti e sti prelati I le fa tuti un po’ a lo steso modo: Credito forse che i mastega brodo? O tri galete roseghè dai rati? Iè sgionfi e iè impenidi de sprisati, E pieni e duri come n’ovo sodo, E fin tanto che i bee, i le cata el modo De […]

Sucede tuti i dì che i me roìna…

"Sucede tuti i dì che i me roìna L’imagine sbrofando su sti muri Chei raiter marsi, face da rapina, che se iè in giro no, no sen sicuri. Fortuna che el Panson, el Signorina, el Mòcolo, el Monarchico, OviDuri, sti eroi dele domeneghe matina carabineri de chei piassè  puri,

Patria de leterati e premi Nobe…

Patria de leterati e premi Nobe De sichiatri, poeti, cavadenti Generaloti, santi, penitenti, Suconi pieni de siensiose gobe. E zente che no riva gnanca a ziobe, Barboni, emarginadi, sensa denti, Torototela, El poareto, zenti Che poca pansa i cuerse con du robe.

La ne dirìa la nostra sitadina…

La ne dirìa la nostra sitadina, se la parlesse, la ghesse el corajo, Calcossa forsi che sol na sciantina Ne bastaria par darghe un bel tajo A chei musi da mona in trementina, Col fià che spussa de merda e de ajo, Come se te te alsassi la matina Co’ un rato impegolà xò nel […]