Prendete e leggetene tutti

Il Gesù disegnato da Stefano Antonucci e scritto da Daniele Fabbri è un credibilissimo figlio di Dio. È abbastanza consapevole e scoglionato. Afflitto dalle domestiche tensioni con la moglie Patrick, teledipendente, è richiamato in missione da un esigente padre che lo rispedisce sulla terra a salvare le sorti della celeste azienda. Il Cristo non si tira indietro e anche questa volta assolve con efficacia e maestria al rito del proprio martirio. È un professionista.

«Parlare alle folle è il mio mestiere», dichiara all’ammirato padre al ritorno dalla fruttuosa missione.

La salsa pulp – la pregevole copertina cita immediatamente Tarantino – dà sapore alla pietanza. La trama dell’azione che porta il Cristo a misurarsi con lo sporco mondo della comicità in prima serata (riuscendo a evitare di appesantirsi) rimane essenzialmente pretesto a una gratificante sensazione di quotidiana onnipotenza e a una serie ben congegnata di interventi comici al contorno. Impagabile la Santa Madonna sotto la doccia soltanto per la quale varrebbe la pena di leggere questo fumetto (l’illuminante prefazione di Davide La Rosa ricorda con non meno entusiasmo del nostro la Santa Madonna in piscina), tavola di un’essenzialità che lascia sbalorditi.

In qualche appunto del giovane Robert Walser, forse l’animuccia cristiana più limpidamente fedele apparsa in Europa dai tempi di S. Francesco, si legge, citiamo a memoria e quasi a casaccio «Non credo che Dio, quando sente qualcuno bestemmiare se ne abbia a male, piuttosto sono convinto che ne provi una certa soddisfazione, una consolazione nel sapere che gli uomini sulla terra lo chiamano e lo ricordano». Vero è che le preghiere sono sicuramente più appiccicose e noiose e generalmente non possiedono la carica emotiva e la convinzione di una bestemmia.

Per questo motivo al Gesù di Fabbri e Antonucci siamo convinti che Dio, se esistesse, non negherebbe un indulgente e grato sorriso. Noi ci abbiamo ricavato anche un paio di sganasciate ben assestate.

Dacci un occhio e sostieni i miracoli autoprodotti qui

Diventa amico di Gesù su fb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *