A Casaccio Pound: fatece ride’

L’ombroso vi invita a scovare l’intruso e a snidare il fascista.

Oggi lo squadrismo è arte mimetica, raccogliamo la simpatica sfida!

CasaPound usa il metodo “‘ndo cojo cojo” e cioè: aò, ve parlamo de questo, de quelo, legitimamo chi ce pare, ladri de stato o sbroccati sanguinari che sieno, che noi famo cultura. E chi nun ce segue ha da esse’ un lurido negro, aò.

clicca le immagini

per ingrandire

Bene!

Allora avanti, verso un fulgido regime.

Quale tra queste locandine sarà la vera?

Perché, anche se è incredibile pensarlo, una di queste è davvero drammaticamente uscita dalla fervida immaginazione facista dell’associazione di promozione ariana.

Neanche quelli di Marte son riusciti a fare di meglio.

Le altre, invece, sono frutto ombroso della nostra Divisione Interna Arti Grafiche per la Difesa culturale della Pearà Identitaria.

Lanciamo la sfida: scriveteci la soluzione, cercando di motivare la vostra scelta.

Siate assurdi! Ma ci raccomandiamo: in modo onirico-generazionale, eh!

 

49 thoughts on “A Casaccio Pound: fatece ride’

  1. ah parlo per cognizione di causa, dato che questi simpatici ceffi alla fine un pò li conoscevo, non tanto per amicizia,(ehehehe anzi) quanto per vari anni di partecipazione politica nella parte opposta a loro. oggi purtroppo ( o per fortuna?) ho perso del tutto l’interesse e la fiducia per qualsiasi tipo e forma di politica. Ma alla fine di questo, chissenefrega, no?

  2. quelli di casapound, almeno i più “acculturati” (non vorrei esagerare) o comunque i membri più in vista tra loro, comunque, si definirebbero comunque non nazisti, ma (secondo loro) fascisti del terzo millennio (?). questi ragazzotti non si dichiarano affatto razzisti, mimetizzandosi tra posizioni anti immigrazione e attaccamento all’ -estensione del regno sabaudo e la colonizzazione del sud che io,tu,noi e loro chiamiamo- Italia (storia vecchia ma mai troppo, o no?) e all’italianità (a pummarola ngopp’eheheh). A differenza dei forzanovisti, inoltre, la loro linea pare più “anticlericale” e meno ostile verso la cultura islamica (perchè avversaria dello stato confessional-guerrafondaio della stella a 6 punte), poi cè il solito vecchio anti giudaismo mascherato da antisionismo e un certo spirito di ribbbbellione e “controcultura” (insomma, magari uno di loro potrebbe anche dirti che non gli piace il jet-set tipo veline), oltre che un’innata capacità di contraddizione (ma d’altronde, di più di un fascio si contraddirrebbe solo un prete) nonchè di rivalutazione, e discreta mistificazione (rielaborazioni molto personali) di una caterba di personaggi, storici e un po meno storici (citandoti, dal gabbibbo al che (…) passando per craxi e capitan harlok). Inoltre stando alla loro politica emergono un certo odio verso le banche, il solito populismo come mutuo sociale, le varie occupazioni, il tutto con una spruzzata di d’annunzio qua e la. poi la realtà è che sono una massa di fomentati che fanno anche ridere, non fosse che ogni tanto l’assalto o la lamata a ci scappano. vabbè che dire, spero di non essere stato troppo criptico vista l’ora, magari arrivo un po in ritardo rispetto alla pubblicazione del post..

  3. scusa io sono solo un vanesio, mi ritiro nella mia torre d’avorio aspettando il kali yuga, ciao.

  4. Cosa sei, conte di tacchio, un mitomane narcisista che piuttosto di non apparire scrive la stessa cosa a ripetizione?
    Oi oi oi, me le hai proprio cantate tutte.
    Ecco, adesso levati dai maroni, la campanella è suonata, la merendina l’hai fatta, torna in classe che la ricreazione è finita, come sei aduso ripetere (che geni, questi neonazisti).
    Ehi ehi ehi, me le hai davvero cantate.

  5. me caro tac, ma tacateli al cul
    (e caro’l digo come un ufemismo)
    sti to comenti veramente cùl
    che su sto blò te spandi, col sofismo

    sempre là in boca, sucassa da mul,
    e doparali par netar el fasismo
    che in tarsanei te gh’è tacado (al cul,
    se no t’avei capìo). el meteorismo

    che tì el te fa cosita ben parlar
    da quela che in efeti l’è la boca
    de la to bela facia a riga in mexo

    se podaria, te’l digo mì, curar;
    ma se non altro, la prosima coca
    tientela in ti, sgionfon, che l’è el men pexo.

  6. cioè vabbè c’hai pure perso tempo, sei tarato.
    e usi pure le emoticon, che fico!
    troppo giusto!

  7. Dopo attenta riflessione io apro il pacco numero 4…e lo accendo! Punto e croce celtica per i nostri camerati mi pare lo svago piu’ adatto! Non scordate che l’uncinetto e’ pur sempre una potenziale arma! 😀

    Grandioso L’Ombroso
    Os

  8. Ma quale faccia doveva perdere? Non ce l’hanno mai avuta, sti infami di fascisti imboscati.
    Ce l’hanno nel dna DA SEMPRE di essere servetti del potere: ecco lì spiegata la santificazione del ladro amico del nano.

  9. cavalla pazza, a me vengono i conati di vomito a sentire i discorsi di cipidioti & friends, purtroppo esistono anche loro e non ci si può fare granchè.
    penso che uno dei pochi metodi per relegarli dove dovrebbero stare sia unirsi, creare e mettere in pratica attività che facciano capire quanto schifosi siano il modo di vivere e la mentalità di ‘sti fasci.
    predominio e sfruttamento sono la base della ideologia nera, è che coloro che aderiscono a questo pensiero o non ci arrivano o non gliene frega un benemerito degli altri. ma soprattutto non gliene frega niente di pensare col proprio cervello, ammesso che la natura gliene abbia donato uno funzionante.

    ps-se nella definizione “fascisti dalla pelle di pecora volevi includere anche me, ti ringrazio dell’invito che declino cortesemente 😀 (non è facile capirsi leggendo, spero di essere stato abbastanza chiaro)

  10. Bello, mi piace sempre tanto quando i dogmatici per eccellenza, quelli che ad esempio rispondendo ad un principio gerarchico non mettono in discussione ruoli e autorità, accusano altri di dogmatismo…
    Che credano in un ducetto o in una divinità metafisica.
    Il principio del dominio e dello sfruttamento è il primo dogma su cui dovreste riflettere, fascisti dalla pelle di pecora.

  11. per fra,hai ragione, è esattamente quello che intendevo.
    su chi segue dogmi e schemi sociali pre-confezionati ci sarebbe da discutere per giorni…

    alla ronzina rozza rispondo che di perle simili ne ho molte altre e che la mia citazione avrebbe dovuto indurla ad un ragionamento più profondo.

  12. topo, penso che l’antifascismo sia un valore molto importante da non estremizzare come sta succedendo da qualche tempo, pena diventare esattamente come chi sostiene il fascismo che sia “old school” o “revisionato”.
    e qui mi trovi d’accordo, se è quello che intendevi.

    non a caso la costituzione italiana nasce dal rifiuto del totalitarismo fascista, anche se in italia il fascismo è insito in buonissima parte della popolazione senza che questi ne siano consapevoli. per non parlare dell’attuale situazione dove gli “ex” missini figli di almirante scaldano poltrone con i loro culi marmorei in compagnia di gentaglia come i piduisti ed i mafiosi. ulteriore problema da affrontare è il dilagare del fascismo da strada, con le schifose aggressioni a chi non corrisponde ai canoni mentali/sociali di questa gente che ottiene un riscontro positivo dal popolo bue che non ha la minima intenzione di ragionare con la propria testa e che preferisce seguire dogmi e schemi sociali pre-confezionati da qualcun’altro.
    e questo è il fenomeno da combattere -secondo me- per non tornare indietro al ventennio.

    su questo blog ci sono delle prese in giro, a volte molto e forse eccessivamente maliziose. poi i commentatori esprimono le proprie posizioni che, purtroppo, spesso e volentieri si trasformano in un’inutile baruffa da cui non salta fuori nulla di buono visti gli opposti estremismi.

    sarò un utopista, sarò ciò che ti pare, ma vorrei poter instaurare un dialogo decente; solo che è possibile solo in rarissimi casi…

  13. Dimenticavo: a me fanno spanzare quando si giocano la carta dell’ironia. sono davvero irresistibili. Ci fanno un baffo a quelli del bagaglino.
    Per il ratto di fogna: ullalla’ che prodondita’, cioe’ ne hai altre di perle sua maesta’??

  14. l’apostrofo e’ il nostro braccio alzato verso il cielo. l’apostrofo e’ onore. l’apostrofo e’ identita’. a’i’a’e’i’a’a’l’a’l’a”””

  15. Offro corso accelerato di ortografia ai fasci da web in cambio della loro evaporazione.
    Quando scopriranno che esiste anche la “e” accentata sulla tastiera sarà un sogno generazionale che si avvera.
    Boia chi la molla.

  16. vince una foto autografa di iannone vestito da donna con dedica: “è sempre stato il mio sogno trans-genderazionale”.

  17. eh bè regà! E’ ovvio che è craxi ma giusto perchè vi siete dimenticati di chiudere le parentesi nelle altre 😉

  18. ehm ragazzi…se vogliamo svelare il segreto di Pulcinella, ad essere vere sono 2 , non una…
    infatti è generalmente risaputo che il vero nome di suorGermana sia Orietta Menenefrego.

  19. Sicuramente Bombolo, i relatori sono certamente sopra la media delle capacità culturali dei CPIoti, stanno tentando il salto di qualità!

  20. punto su bombolo.
    solamente perchè gli invitati (il gabibbo e roberto il baffo) al dibattito sono gli unici che hanno dato la disponibilità, felici che ancora qualcuno se li caghi.

  21. Siete davvero fuori… solo a delle menti né belle né ribelle sarebbe venuto in mente di affibbiarci una giornata di beatificazione del lader maximo, già sdoganato dall’intimo amico plutocrate mondialista piduista Silvio Berluschioni.

  22. Tutte tranne quella di Craxi. I fasci rispettano l’italico idioma e non scriverebbero mai che la Craxina è un “sotto Segretario”. Cattivo Ombroso che diffama in modo subdolo.

  23. La pummarola ‘n coppa è un archetipo junghiano!!
    Lo dice anche Julius Evola in ‘Misteri della Credenza e il Graal in Cucina’ (racc. in “Yoga e Pummarola. Tutti a tavola per la realizzazione del Sé”, ed.SéMagna – Frascati)

  24. craxi, basta guardare i caratteri delle locandine. tanto ormai bettino è stato consacrato come padre della patria…

  25. ih ih ih! sicuramente il corso ardito di punto croce! Lo sanno tutti che sotto le camicie nere di questi cattivoni batte un cuore da bambinoni. Già me lo vedo iannone a fare centrini…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *