L’ombroso trentuno: solo idee superficiali ma ribadite con forza

Allora diciamocelo chiaro in faccia che L’ombroso non c’è più. Quando abbiamo uscito il 30? Sei mesi fa? Chisseloricorda più. L’ombroso non c’è più, finito. Siete contenti? Siete disperati, depressi? Ve ne impippa? Massì, abbiamo detto tutto. Sono trentun numeri (includendo il numero zero) che abbiamo detto tutto e anche qualcosa di troppo ci è scappato. Ci sono scappati quasi tutti i fondatori e le menti grigie, i redattori e i matitari bigi, i battitasti e i poetastri, i creativi e i distributori ligi. Non siamo più gli stessi, non siamo più nessuno. Adesso esce questo numero qua… Il 31! Ma che roba è? Chi l’ha tirato fuori il numero 31 se la redazione ha ancora le ragnatele dell’estate sulle sedie ed è da luglio che ci si arrovella?
E poi, d’improvviso… Bidibi bodibi bu! Forse la magia della bauli? della disney? della cocacola? E che minchia ne sappiano noi che siamo atei.
Bisogna riconoscere però che è bello come un faceto pacco di natale.
L’abbiamo confezionato così, senza fatica, senza sforzo alcuno d’intelletto, perché siamo stufi di usare il cervello che tra tutti è l’organo che consuma di più e non rende quasi niente.
Come un pacco di natale è scontato e irritante ma riciclabile, e noi vogliamo riciclarlo a voi, i nostri amati lettori, a quelli compulsivi e a quelli affezionati ma anche a quelli distratti e a quelli schifati. Tanto è gratis, e se voi non avete nessuno a cui sbolognarlo, be’, potrete sempre usarlo per imballarci le bestie e il bambinello quando disfate il presepe.
cop numero 31 bassa
In questo numero:
  • Reduce your penis, di Fabiana Inculamorti
  • Lobotomia, de Il Miserabile Jean
  • Nuove invenzioni per porre fine alla carenza di lettori, di Minali
  • La copertura di Stocazzo, di Jerry Kalashnikov
  • Inutile cambiare il mondo. Meglio adattarsi senza troppa fatica, di Max Brododidado, Quel Brutale Finalmente, Il Miserabile Jean, El Gefri
  • Le recensioni lobotomizzate di Quel Brutale Finalmente
  • Filosofia da bar, di Alì Tosi
  • Capire le sacre scritture: Genesi 12, Sarai fottuta, de Il Miserabile Jean
Un numero senza sagaci vignette né ficcanti illustrazioni? Giammai! Una pletora di decerebrati compagni di merende col pennarello in mano l’hanno infiocchettato in technicolor.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *