Agenzia Ansia Luglio 2013

27/07 (ANSIA) – Trento. Nella partita di allenamento Feyenoord-Hellas, rissa con protagonisti un gruppo di tifosi dell’Hellas Verona e uno di olandesi. «Era solo un allenamento», ha commentato il capo dei tifosi gialloblu, «il bello deve ancora venire».

27/07 (ANSIA) – Verona. Campagna del Comune contro le deiezioni di cani. L’iniziativa ha lo scopo di evitarne l’abbandono su marciapiedi, strade e giardini pubblici. I cittadini sono invitati a inviare segnalazioni. La sicurezza val bene ‘na merda.

12/07 (ANSIA) – Cerro Veronese (VR). Messa nera con candele e disegni osceni nell’area sportiva gestita dalla bocciofila. Sul luogo sono stati trovati anche guanti da chirurgo, scritte a caratteri gotici e i resti di un falò. Sopralluogo dei carabinieri. Forti indizi individuerebbero fra i colpevoli dello scempio anche l’orso del Baldo. Le indagini proseguono.

09/07 (ANSIA) – Verona. Il consigliere PD Damiano Fermo lancia per il 12 luglio l’iniziativa “Svastiche idiote” e porta all’Amia una mappatura di dove a Verona e provincia si trovano svastiche e altri simboli riconducibili al nazifascismo da cancellare. Il presidente dell’AMIA, Andrea Migliornazi, ringrazia e nota che mancano quelle vergate ieri sera.

06/07 (ANSIA) – Mestre. Monsignor Fausto Bonini ha deciso di mettere un buttafuori davanti al duomo di Mestre per evitare che in chiesa si introducano balordi e barboni, più volte protagonisti di episodi sgradevoli durante le funzioni. «Gente del genere è inconciliabile con le attività della nostra chiesa, soprattutto durante gli happy hours».

03/07 (ANSIA) – Verona. Continua l’Operazione Sicurezza. Tra le 19 di ieri e le due di questa mattina volanti, squadra mobile, reparto unità cinofile e reparto prevenzione crimine “Veneto” di Padova hanno setacciato piazze e aree verdi della città. Eseguiti controlli a tappeto. Arrestati quattro gatti e trovati molti ossi, alcuni dei quali illegali.

02/07 (ANSIA) – Verona. Indagato l’ing. Tartaglia direttore dell’AGEC per corruzione. Non è colpa sua, sostiene il suo avvocato, ma del suo cognome. A coloro che offrivano bustarelle lui rispondeva sempre «Damme damme damme…», terminando con: «… da me con questi metodi non si ottiene nulla», ma gli altri avevano già equivocato.

02/07 (ANSIA) – Verona. Via la luce, il conservatorio “Dall’Abaco” resta al buio. Bollette non saldate. La Provincia non paga, AGSM taglia. Il nuovo direttore nominato su suggerimento di Comune e Provincia Andrea Bocelli non si lamenta più di tanto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *