Agenzia Ansia Giugno 2013

28/06 (ANSIA) – Verona. Un brindisi ben augurale a tutta la stampa veronese dal direttivo di Assostampa di cui è segretario Alessandra Vaccari al centro accrediti della Fiera, la nuova sede dell’associazione. Il presidente della Fiera, Ettore Riello, ha concesso la sede a titolo gratuito. Il sindaco Flavio Tosi ha sottolineato l’importanza di una stampa non assoggettata e libera a garanzia della democrazia. Alla fine della manifestazione sono state consegnate ai giornalisti le notizie da dare la prossima settimana.

27/06 (ANSIA) – Boscochiesanuova (VR). Sette dipendenti della Comunità montana della Lessinia denunciati per assenteismo. «Eravamo da Biancaneve», si sono giustificati. Ma la scusa non ha convinto gli inquirenti del comando carabinieri di Verona.

26/06 (ANSIA) – Verona. Un articolo de “La Stampa” di Torino coinvolge il sindaco in un quadro opaco. Tosi replica: «Io con massoneria e ‘ndrangheta? Come accostarmi al mostro di Firenze… Ora però vi saluto che ho un appuntamento con alcuni compagni di merende».

25/06 (ANSIA) – Verona. Anche a Verona febbre da Confederations Cup: arriva in città l’incursore brasiliano del Mato Grosso, Marcelo Mato de Uzelho. Sembra che l’acquisto sia stato caldeggiato dal sindaco.

12/06 (ANSIA) – Legnago (VR). Sulla pagina ufficiale facebook della sezione della Lega di Legnago un commento a un’iniziativa del ministro Cecile Kyenge: «Va a fare il ministro in Congo! Ebete». Il Presidente Zaia precisa che in Veneto “ebete” non è un insulto ma vuol dire “ingenuo”. Alcuni giornali congolesi hanno definito Zaia “conglione”, che in congolese non è un insulto significa “abitante della Padania”.

17/06 (ANSIA) – Venezia. Il presidente Zaia, a margine del convegno del Consiglio sullo Statuto regionale, ha commentato l’ipotesi dell’autonomia del Veneto: «A un referendum potrei votare sì… Ma spiegatemi bene dove devo mettere la crocetta».

14/06 (ANSIA) – Verona. Bici elettrica, incentivi comunali per l’acquisto. Pronta anche una delibera di giunta per la sedia.

14/06 (ANSIA) – Verona. L’Associazione Comitato per il Verde, in collaborazione con il Comune, assessorato all’Ecologia e ambiente, organizza per sabato 15 giugno 2013 una passeggiata notturna che toccherà i suggestivi luoghi della cinta muraria collinare di Verona. Oltre i tradizionali punti di ristoro i partecipanti potranno anche trovare a piacere cocaina, fumo e pompini.

14/06 (ANSIA) – Verona. Dottore dell’est veronese imputato di violenza sessuale. A una paziente che chiedeva la pillola del giorno dopo le ha toccato seno e apparato riproduttivo per «verificare l’assenza di noduli e cisti ovariche». «Sono uno precisino – si è giustificato il medico – quando ordino le supposte infilo sempre un dito in culo per verificare che tutto proceda bene».

12/06 (ANSIA) – Verona. Lotta al degrado e a comportamenti irregolari o vietati. I vigili di Veronetta hanno fermato e controllato una decina di persone che, con il loro vociare, disturbavano residenti e vicini. Due di questi sono anche stati multati per aver consumato bevande alcoliche in strada, contrariamente a quanto previsto dal regolamento di polizia urbana. Altre tre violazioni sono state accertate a carico di altrettanti accattoni che chiedevano elemosine in zona e ai quali sono stati sequestrati 25 euro, provento dell’attività vietata. L’incasso di multe e sequestri sarà interamente devoluto all’acquisto di mortadella per i poveri di Borgo Trento.

12/06 (ANSIA) – Verona. Allarme zecche nelle zone boschive dall’Europa dell’Est al Triveneto. Fra gli insetti girano un sacco di soldi falsi.

12/06 (ANSIA) – Verona. Gianni Morandi, in municipio con il sindaco Tosi, per presentare i concerti che si terranno in Arena il 7 e 8 ottobre. «Verona e il vostro Sindaco mi piacciono molto, ma state tranquilli non li mangio mica».

11/06 (ANSIA) – Verona. Polemiche per Patrizia D’Addario, madrina al Gran Ballo della città alla Gran Guardia. L’assessore Giorlo: «Non sapevo che sarebbe venuta. Ma quando l’ho vista sono venuto io».

10/06 (ANSIA) – Verona. Il coordinatore della tifoseria Hellas, Alby Lobotomaster, si oppone alla discriminazione del calciatore radiato dalla federazione e dalla nazionale greca Georgios Katidis solo perché è filonazista, ingaggiato poi dal Novara. «Non è giusto prendersela con quel ragazzo ariano per le sue idee. – spiega Lobotomaster – Se Katidis vorrà venire a Verona, noi dell’Hellas siamo pronti ad accoglierlo a braccia tese».

03/06 (ANSIA) – Verona. Concorso per un posto da ginecologa. Scelta la moglie del primario. Udienza preliminare, il professor Massimo Franchi: «Non sapevo che si trattasse di una gara. Qui in reparto parliamo solo di figa».

03/06 (ANSIA) – Verona. Alberto Giorgetti del Pdl, ospite di radioDue: «Il saluto romano? Lo facevo da giovane. Ora faccio solo il passo dell’oca».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *